Il mio mondo

A cavallo tra ingegneria e architettura: là dove, soddisfatta la tecnica, trova spazio la creatività

Abbiamo trovato una persona competente, professionale, con la cura dei minimi particolari. Ricerca il bello e il funzionale sempre.

– Riccardo S. – Mazzano (BS)

TECNICA

Nella pianificazione di un progetto si tratta di stare “dentro ai bordi”, cioè avere un approccio ingegneristico: valutare le molteplici variabili e conseguenze, inquadrare l’intervento edilizio e la normativa che lo sostiene e lo guida.

In edilizia lo scenario tecnico-normativo può infatti cambiare anche in modo considerevole a seconda di quelli che, da fuori, possono sembrare semplici dettagli.

Proprio perché devo stare così “nella scatola” quando mi occupo della pianificazione degli aspetti più tecnici, sento la necessità di uscire dal tracciato quando si tratta di iniziare a creare!

CREATIVITÀ

Ecco allora che posso trasporre nei miei progetti il mio senso del bello, sempre accompagnato dalla funzionalità.

Per me bellezza è scovare e valorizzare dettagli significativi, che raccontano il passato, dettagli retrò: un muro a vista, delle vecchie tavelle in cotto, delle ceramiche che fotografano un’epoca…o quelle piccole maniglie che raccontano chi le ha forgiate.

Bellezza è anche avere mille case in una: una casa fatta di tanti angoli, di scenari che variano con la luce.

Microstanze” nella stanza, delimitate talvolta anche dal colore: l’angolo lettura o lo spazio dove esporre e godere di quei complementi e oggetti di design che danno gioia ai nostri occhi non mancano mai.

STILE

Mi piace portare in casa la natura, sia nell’uso dei colori (ci sono sfumature di verde e di azzurro da far perdere la testa!), sia nella scelta di materiali autentici: un parquet che sia legno e non una stampa effetto legno, qualche elemento in legno al naturale, la pietra.

Per dare grinta a una base tenue (con un colore pastello predominante), bastano qualche tocco di nero sapientemente dosato, un pizzico di bagliore d’oro satinato – capace di accendere senza urlare – e la leggerezza impalpabile del vetro.

Ed ecco che la ricetta per un ambiente rilassante e hygge è pronta!

Se ti ho portato nel mio mondo ideale e ci stai bene, contattami. Ci divertiremo!

COSA FACCIO

Progetto

Il mio mondo

Dallo studio preliminare definiamo il progetto definitivo con revisioni condivise con te. Il progetto è in 2D (planimetria); in 3D (schizzo o fotorealistico) in base alle esigenze. Può prevedere o meno lo studio dello stile, a seconda della tipologia di lavoro e della tua richiesta. Prevede in ogni caso degli arredi indicativi. Può essere richiesto il progetto d’arredo vero e proprio

Pratiche edilizie

Il mio mondo

Revisionato e confermato il progetto e la sua quantificazione, presentiamo tutte le pratiche necessarie per la sua autorizzazione e i disegni esecutivi per “portarlo” in cantiere. Scegliamo materiali e finiture

Materiali, finiture e cantiere

Il mio mondo

Definiamo gli ultimi dettagli e avviamo il cantiere. Lo seguo da vicino, facendo in modo che il progetto passi dalla carta alla realtà in modo corretto e che ciò sia un’esperienza piacevole e un bel ricordo

Mettiti comodo: sei a Casa!

Il mio mondo

Le opere sono realizzate! L’iter burocratico si conclude con collaudo, fine lavori, agibilità e quanto altro necessario.

Ora puoi chiamarla davvero “Casa”!