RETRÒ and DESIGN: Ristrutturare senza toccare i pavimenti, si può?

Ristrutturare senza toccare i pavimenti, si può?

La domanda alla quale risponderò in questo articolo è:

È POSSIBILE RISTRUTTURARE UNA CASA  SENZA SNATURARLA, SENZA DEMOLIRE I PAVIMENTI?


La la risposta più comune che ti sentirai dire è NO, ma non è la vera risposta...

Ciò che normalmente accade quando si ristruttura una casa o un appartamento è quello che vedi nell'immagine qui sotto: i pavimenti e gli strati sottostanti (il sottofondo e il massetto) vengono rimossi per provvedere al rifacimento degli impianti, recuperando i necessari centimetri per il loro passaggio.

Successivamente si coprono gli impianti con una gettata di calcestruzzo, fino a creare un nuovo piano perfettamente orizzontale sul quale posare la pavimentazione.

Questa pratica è vivamente consigliata nei bagni, dove c'è un significativo passaggio di tubazioni (scarichi, tubi che portano acqua corrente, passaggi di impianto elettrico).




Sicuramente, in linea generale, è la soluzione che meglio garantisce un lavoro a regola d'arte e la planarità del nuovo pavimento.




In bagno la mole impiantistica è così consistente che vale senz'altro la pena di rimuovere completamente gli strati di cui abbiamo parlato sopra per potersi muovere con comodità con l'impiantistica e garantire le corrette pendenze agli scarichi.


Una soluzione alternativa è quella di demolire solo parzialmente i pavimenti e gli strati sottostanti.


In tal caso si procede ad effettuare delle "tracce", ovvero delle spaccature studiate ad hoc per consentire il passaggio impiantistico, senza rimuovere tutta la pavimentazione.

È una soluzione da privilegiare in ambienti in cui non si sia un massiccio passaggio impiantistico.


In tal caso chiaramente il pavimento non verrà comunque preservato, ma ci saranno comunque costi di rimozione, smaltimento e rifacimento degli strati sottostanti.

Il problema, però, si pone quando non vuoi, o non puoi, rimuovere i pavimenti.

Magari perchè sono di pregio, particolarmente belli, oppure storici o, ancora, caratteristici.

Spesso capita nelle case dei primi '900 di vedere meravigliosi seminati veneziani, cementine o pregiati parquet; ma anche in quelle di epoche più recenti si possono riscontrare pavimenti più interessanti e caratteristici di molti dei giorni nostri!

Come fare, in tali casi, a rinnovare la casa, rimodernarne gli spazi spostando tramezze e mantenere i pavimenti?



Premesso che non esiste la "formula magica" e non si può pretendere di cambiare la distribuzione delle stanze mantenendo intonsi tutti i pavimenti, esistono trucchi e strategie per conservarne buona parte.

Ciò che fa la differenza è progettare fin da subito nell'ottica di non voler disperdere tutto il passato; al contrario si deve impostare una progettazione mirata, specifica per case che abbiano caratteristiche che si desidera mantenere.

Si può pensare a passaggi in muratura, in cartongessi, o altre tecniche che consentano di intervenire il meno possibile a terra, anche se si spostano tramezze.

Ma anche spostarsi a terra può essere fatto in modo efficace e compatibile con la conservazione e la valorizzazione di parte delle pavimentazioni.

Ciò che è fondamentale fare sempre, ma in questi casi più che mai, è l'analisi preliminare della situazione (una sorta di diagnosi) e la definizione del percorso da seguire per raggiungere l'obiettivo.

Questo step consente di non spendere inutilmente soldi per sostituire tutti i pavimenti (cosa che magari non si vorrebbe affatto fare!) e soprattutto di non trovarsi nella condizione di doverlo fare per forza e con dispiacere solo perchè non si è impostata la giusta strategia fin da principio.


Il valore da preservare spesso non è solo o unicamente un valore intrinseco (es. seminati alla veneziana, cementine d'epoca, palladiane, parquet, piastrelle di pregio decorativo), ma è anche sentimentale: è il ricordo di qualcosa che vogliamo conservare.

In tal modo conserviamo ricordi e anche il Carattere e l'unicità di quella casa...



Maggiori dettagli e approfondimenti su quali sono le idee che applico per conservare il Carattere, li puoi leggere nella Guida che puoi ricevere gratuitamente compilando il form.

Leggendola ti assicurerai di aver valutato tutte le opzioni prima di snaturare completamente la tua casa di Carattere!




Credits
A presto,
Federica

Ing. Federica Brodini
Fondatrice @ Retrò and Design