RETRÒ and DESIGN: giugno 2014

La componente "luce" nella scelta delle tinteggiature

Estate...tempo di novità!
Le giornate trascorrono più rilassate (scadenze dell'ultima ora permettendo), le vacanze si avvicinano e anche il desiderio e il tempo di prendersi cura della propria casa si fanno sentire.

Atmosfera "fresca", ma limitata alla scelta di due colori dominanti, per un salotto luminoso


Una delle occupazioni casalinghe tipiche di questo periodo è senz'altro la tinteggiatura o ritinteggiatura delle pareti di casa.
Si tratta di uno step importante, non solo poiché è un lavoro che non si rinnova ogni anno (e va quindi fatto operando scelte oculate e che non stanchino con il tempo), ma anche perché la scelta delle tinte di casa detta l'atmosfera di fondo della nostra abitazione e, pur non volendo sfociare nella cromoterapia, vero è che può influire sull'umore, ad esempio acuendo o smorzando il grigiore di certe giornate invernali.
Senza avere la pretesa di esaurire la tematica, qui di seguito indichiamo qualche spunto di carattere generale che possa essere una piccola linea guida per chi si appresta a rinnovare casa.
Resta inteso che ogni caso è a sè e le cromie andrebbero scelte tenendo conto non solo di linee guida generiche, ma anche e soprattutto valutando caso per caso ambienti: esposizione, arredi, complementi, vivibilità degli ambienti e atmosfera.

Per questi aspetti ci potete contattare, chiedendoci un preventivo gratuito per una consulenza personalizzata (retroanddesign@tiscali.it). Per il resto, buona lettura...